Blog: http://mauz.ilcannocchiale.it

Indagini di Napoli: Saccà si autosospende

 

Agostino Saccà, direttore di Raifiction e indagato per corruzione nell’inchiesta di Napoli che coinvolge anche Silvio Berlusconi, si è autospseso dalla carica direttore fino a quando la sua posizione processuale non sarà definita.

Non ho mai provato particolare simpatia per Saccà, per la mia poca competenza non mi sembra abbia fatto un gran lavoro come dirigente dell’azienda, mi è sempre sembrata una persona attaccata al potere e prona ai voleri dei suoi “padroni”.

Credo però che in questa occasione abbia dato un esempio di stile e vada apprezzato. Mi si potrebbe obiettare che quello che lui ha fatto, l’autosospensione dalla sua carica, sia il comportamento minimo ed essenziale anche per rispetto verso gli utenti Rai e verso la cittadinanza in generale. Vero, non c’è dubbio. Ma in un paese in cui pochi ormai accettano le critiche, figuriamoci le indagini a proprio carico, e molti invece sono malati di manie di persecuzione, la scelta di farsi momentaneamente da parte e di cercare di chiarire la propria posizione credo sia un gesto di stupefacente normalità, di quella normalità che non dovrebbe quindi andare sotto i riflettori ma che invece diventa importante quando viene superata dall’arroganza dei complottisti di professione che invece di difendersi nelle aule dei tribunali cercano la difesa d’ufficio del popolo gridando al complotto contro la democrazia, la libertà e i diritti fondamentali.

Pubblicato il 14/12/2007 alle 10.15 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web