Blog: http://mauz.ilcannocchiale.it

Il premio Nobel ad Al Gore...secondo me...

 

"I cambiamenti climatici sono in grado di alterare e minacciare le condizioni di vita dell'umanità, possono produrre migrazioni su larga scala e grandi competizioni per le risorse... e saranno soprattutto a carico delle nazioni già oggi più vulnerabili, aumentando il rischio di conflitti". (estratto dalla motivazione del premio Nobel per la Pace, assegnato la settimana scorsa ad Al Gore, exvicepresidente degli Stati Uniti, e allo IPCC, Intergovernamental panel on climate change, Comitato intergovernativo sui cambiamenti climatici.}

Sono sincero…non ho molto approvato la scelta del premio Nobel di quest’anno. Credo ci fossero persone che più di Al Gore meritassero di essere insignite con questo importantissimo riconoscimento.

Sono sicuro però del fatto che questo premio possa essere uno stimolo importante per chi, dalla propria posizione privilegiata, voglia continuare a battersi per la tutela dell’ambiente, tema così importante ma assai spesso così troppo lontano dai nostri interessi quotidiani.

Bella la motivazione della scelta, in cui si riconosce l’importanza che i cambiamenti climatici hanno sulle condizioni di vita dell’intera umanità e su quanto interferiscano su fenomeni decisivi per il nostro futuro come quello delle migrazioni, della lotta alle risorse a soprattutto sul mantenimento e sulla conquista della pace in alcuni paesi del mondo ancora dilaniati dalla guerra.

Interessanti, poi, sono i temi collegati con quello della tutela dell’ambiente, come quello dello sviluppo economico e delle grandi opere. Come mediare fra la necessità di stare al passo con i tempi e con i paesi più avanzati senza dimenticare che questo pianeta è l’unico che abbiamo a disposizione?

E poi quello dell’equità e della sostenibilità ambientale: cosa succederà quando un miliardo di ciensi e quasi altrettanti indiani possiederanno auto con la stessa percentuale dei paesi occidentali. Cosa ne sarà del petrolio? E cosa faremo più ancora di oggi per accaparrarcelo?

Ecco: da questo punto di vista aver scelto Al Gore è stata un’intuizione positiva. I temi ambientali saranno una delle chiavi di volta del nostro sviluppo futuro…o della nostra involuzione. Aver stimolato la discussione partendo da un punto di vista positivo, il conferimento di un premio di tale importanza, è sicuramente un segno di speranza

Pubblicato il 15/10/2007 alle 19.49 nella rubrica Pensieri e parole.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web