Blog: http://mauz.ilcannocchiale.it

Ecuador:PETROLIO: ALLO STATO 99% DEI PROVENTI STRAORDINARI

 

Cancellando una norma giudicata “iniqua” per l’Ecuador, il presidente Rafael Correa ha firmato un decreto che attribuisce allo Stato il 99% dei proventi straordinari delle vendite di petrolio dovuti agli aumenti del greggio sui mercati internazionali, lasciando il rimanente 1% alle società straniere attive sul territorio nazionale, che finora incassavano il 50%. “Fino a oggi era in vigore una distribuzione in parti uguali...insufficiente per l’Ecuador” ha detto Correa, giustificando la misura con “il dovere fondamentale dello Stato di difendere il patrimonio naturale del paese e preservare la crescita sostenibile della sua economica, così come lo sviluppo equilibrato ed equo a beneficio collettivo”. La riforma giunge mentre il governo è impegnato nella rinegoziazione dei contratti con cinque imprese straniere con l’obiettivo di fare confluire nelle casse dell’erario pubblico il 50% delle entrate contro l’attuale 20%. Quinto produttore di petrolio al mondo, l’Ecuador estrae oggi 530.000 barili di petrolio al giorno, il 37% opera della statale Petroecuador; esporta l’87% della produzione totale con introiti pari a 4,8 miliardi di dollari l'anno.
[FB]


MISNA
Copyright © MISNA
Riproduzione libera citando la fonte.
Inviare una copia come giustificativo a:
Redazione MISNA
Via Levico 14
00198 Roma

Pubblicato il 5/10/2007 alle 17.57 nella rubrica Rassegna stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web