Blog: http://mauz.ilcannocchiale.it

Giallo su giallo – Gianni Mura

 

Quando mi è capitato fra le mani questo libro devo ammettere che ho provato due sensazioni diverse. La curiosità di leggere il primo romanzo di Gianni Mura, giornalista sportivo del quale adoro i commenti, le ironie e la competenza. Nello stesso tempo però anche la paura che il mitico giornalista sportivo avesse potuto fare il passo più lungo della gamba avventurandosi in un percorso, quello del romanzo e del giallo, che poteva non essere il suo e portarlo quindi ad un fiasco indecoroso.

Con queste due sensazioni contrastanti ho iniziato a leggere il libro che però, pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo ha fugato i miei timori per consegnarmi ad un libro e ad una storia davvero affascinante e coinvolgente.

La carovana del Tour, i suoi rituali e le abitudini ormai decennali del cronista sportivo vengono turbate e poi portate dentro un incubo da una serie di morti che avvengono più o meno casualmente lungo il percorso.

Il giornalista vive queste uccisioni in presa diretta, prima da sospettato numero uno, poi da possibile bersaglio, quindi da amico e confidente dell’investigatore che conduce le indagini.

Il finale forse non è il massimo, e qui probabilmente Mura sconta il fatto di non essere un giallista di professione ma il susseguirsi degli avvenimento fa restare attaccati al libro pagina dopo pagina.

Pubblicato il 11/9/2007 alle 15.22 nella rubrica Bibliopost.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web