Blog: http://mauz.ilcannocchiale.it

Congo

 "Nella Repubblica democratica del Congo ci troviamo di fronte ad un nuovo, reale pericolo di guerra civile...mentre si verificano tutti gli elementi per un nuovo conflitto, la comunità internazionale è chiamata a un impegno reale e a interventi concreti e urgenti...Siamo i vicini naturali dei popoli del Ruanda, del Burundi e dell’Uganda. Dobbiamo vivere insieme, in pace e armonia, non in una guerra senza fine... A che servono nuove guerre che impoveriranno soltanto la nostra gente e creeranno inimicizie inutili?"

[Da un appello di monsignor Francois-Xavier Maroy Rusengo, arcivescovo di Bukavu)

E ancora una volta il mondo assiste in silenzio e con il solito menefreghismo. Quando capiremo che i diritti umani sono i diritti di tutti? Perchè il popolo della pace non riesce, o non interessa neanche a lui, a far sentire la sua voce?
Le guerre dimenticate sono più di quelle delle quali ogni tanto ci ricordiamo. Davvero gli interessi economici dei paesi ricchi sono in grado anche di farci ricordare al cune guerre e di anestetizzare la nostra coscienza per quanto riguarda altri drammi in giro per il mond0?

Pubblicato il 28/6/2007 alle 9.35 nella rubrica Pensieri e parole.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web